venerdì 4 gennaio 2008

Tavola veloce 02

Eccone un'altra realizzata sempre in poco più di 4 ore...


2 commenti:

m.a.s.s. ha detto...

Ciao ric!

Buon anno intanto!

Allora, io mi chiedo cosa ti spinga a voler essere per forza super veloce. Perchè devi voler fare una tavola in quattro ore? Prenditi il tempo che ti serve... mi pare un approccio un po' troppo impaziente quello di pretendere di disegnare veocemente una tavola quando non sei ancora un professionista scafato.

Te lo dico perchè in effetti si vede che c'è poca cura... certe mani, certi visi si vede che sono un po' tirati via per fare in fretta.

Ora io non sono nessuno per giudicare perchè conosci bene anche le mie paturnie, però credo che procedere con il fiato del tempo sul collo non sia un buon metodo per migliorare, soprattutto se sei tu in primis a portelo.

Gli inglesi dicono "take it easy" e spesso me lo hai detto anche tu a me (per altri contesti) quindi ora io e lo ridico: "take it easy".

Last Beach ha detto...

Buon anno anche a te Alb!

Diciamo che sono d'accordo solo riguardo ad alcune cose...
Partendo dal concetto del "take it easy", questo può essere adattato a diverse situazioni. Ovviamente sono d'accordo di non essere ossessionati da un modo di lavorare, ma nel mio caso almeno questo tipo di esperimento non va letto come "essere ossessionato dal tempo" ma invece "non essere ossessionato (troppo) dal risultato".

Inoltre da quanto ne so "procedere col fiato del tempo sul collo" è invece un buon metodo per migliorare! ;)
Certo, sempre che si riesca a non diventarne ossessionati, come dicevamo.


Infine per quanto riguarda la cura e il risultato sono il primo a darti ragione, mi pare di averlo tranquillamente ammesso anche nel post. Al momento il risultato è un pelo semplicistico, tuttavia qualcuno (vabbè Max :P) mi ha anche detto che rispetto ad altre tavole da queste traspare una maggiore freschezza, cosa di cui comunque sono alla ricerca.

Inoltre ci sono un altro paio di motivi di cui magari discuteremo! :)